Papà scettico si innamora di Babywatcher

Tim è un vero uomo. Durante le ecografie è sempre lì ad osservare e ad annuire. Anche se crede di vedere la spalla destra, quando invece si tratta della manina sinistra. Fare un’ecografia a casa, sembra divertente! Ma lui è piuttosto scettico: perché sapresti farla tu? Tim racconta la sua esperienza con Babywatcher.

Era lì, la mia piccoletta, la mia futura migliore amica. E insieme a suo fratello, la cosa più bella che io abbia mai avuto al mondo. Ora potevo guardarla semplicemente dal mio divano.

Mentre ero in cucina sentii all’improvviso Nicole chiamarmi entusiasta: “Amore! Che bello, possiamo provare Babywatcher. Fantastico!” Automaticamente sentii la mia voce, tutto d’un tratto, rispondere con le parole ‘wow, che bello!’. Tuttavia, ripensandoci due secondi dopo, capii che non avevo la più pallida idea di cosa lei intendesse con Babywatcher, ma ho imparato che durante la gravidanza di tua moglie devi assecondare il più possibile le sue emozioni. Credo però che Nicole intuì quello che stavo pensando, poiché all’improvviso mi chiese, con tono sorpreso, se veramente sapessi cosa fosse. Dubbioso ed incerto, dissi che non ne avevo la più pallida idea, ma che specialmente per lei pensavo fosse qualcosa di fantastico. La sentii ridere mentre mi spiegò molto semplicemente che si trattava di un dispositivo per poter fare ecografie a casa propria.

Un dispositivo per fare ecografie a casa?

Ecografie a casa, pensai… Funzionerà per davvero? E possiamo farle veramente da soli? Onestamente devo infatti confessarvi di essere quel tipo di papà che, anche con la più dettagliata ecografia fatta dai più esperti specialisti, sta sempre lì ad annuire stupidamente e che, effettivamente, confondeva la manina sinistra con la piccola spalla destra. Ero perciò un po’ scettico a priori, ma devo ammettere che l’idea di poter guardare la nostra piccolina a casa mi sembrava veramente fantastica. Piuttosto rallegrato da quel pensiero continuai a cucinare, ma in realtà me ne dimenticai subito. Finché all’improvviso non vidi sul tavolo, qualche giorno dopo, un pacchetto dal quale veniva fuori una grande valigetta gialla. Chiesi a Nicole cosa diavolo avesse ordinato. “No tesoro, questo è quel Babywatcher che possiamo provare,” disse entusiasta. In realtà mi sarei aspettato di riceverlo da un camion gigantesco e che avrebbe occupato la metà dello spazio in salotto, invece si rivelò il contrario. Babywatcher arriva in una bella valigetta ordinata così elegantemente da essere invidiosi delle persone che hanno impacchettato il tutto.

Anche per donne non molto tecnologiche

Ma non sarei l’uomo che sono, se ne fossi stato preso sin da subito. Non è da me, perciò continuavo a ripetermi che non poteva essere così semplice. Tutti gli ecografisti hanno quelle enormi e costosissime apparecchiature, non possono farmi credere veramente che questo piccolo aggeggio in questa valigetta possa funzionare allo stesso modo. In ogni caso, l’avremmo provato dopo cena. Comunque, arrivati al punto, rimasi testardamente seduto a tavola mentre Nicole montava il tutto. Non riuscivo ad immaginarmela, questo è il ruolo che abbiamo noi uomini nella vita delle donne, perciò ridevo seduto a tavola finché lei non mi chiamò in causa. E sì, era arrivato il momento. “Amore! Vieni a sederti qui?” Come un vero uomo ero lì, fiero di poter andare ad aiutarla, finché vidi che iniziò a sdraiarsi sul divano, si scoprì la pancia e iniziò a spalmarci su l’apposito gel fornito. Sorprendentemente mi resi conto che, in cinque minuti o giù di lì, la mia non così tecnologica moglie aveva già imparato ad utilizzare il dispositivo in modo da vedere la nostra piccola. Questo dice tutto riguardo la facilità d’utilizzo dell’apparecchio. Complimenti.

Sorprendentemente mi resi conto che, in cinque minuti o giù di lì, la mia non così tecnologica moglie aveva già imparato ad utilizzare il dispositivo in modo da vedere la nostra piccola.

Il suo meraviglioso cuoricino

Era giunto il momento. Con un semplice clic del mouse iniziò l’ecografia e i miei occhi furono pieni di stupore.  Era lì, la mia piccoletta, la mia futura migliore amica. E insieme a suo fratello, la cosa più bella che io abbia mai avuto al mondo. Ora potevo guardarla semplicemente dal mio divano! Semplicemente a casa, sullo schermo del computer in dotazione. E no, ovviamente le immagini non sono perfette come su quelle costosissime apparecchiature utilizzate dall’ostetrica, ma sei semplicemente a casa, e io potevo vedere tutto. Potevo vedere così bene il suo meraviglioso cuoricino che batteva, il che mi calmava decisamente. In quel momento capii che Babywatcher ci stava regalando qualcosa di incredibile. Babywatcher ti permette di avere il tuo piccolo, a casa tua, prima che lui o lei sia effettivamente lì. Non credo che riuscirei a descrivere meglio di così cosa ne penso al riguardo. È un oggetto che non deve proprio mancare nella lista delle cose per il tuo baby. È qualcosa che auguro a tutti i futuri genitori e che tutti dovrebbero provare. Da uomo scettico, ve lo assicuro.

Conclusioni

Qui voglio concludere. Con queste parole spero di avervi sinceramente convinto riguardo quello che penso di Babywatcher. Nel frattempo vedo che è acceso di nuovo e che Nicole si è già spalmata il gel sulla pancia, perciò corro subito a vedere! Guarderò ancora una volta la mia bella e fantastica piccolina.

Grazie all’orgoglioso papà, Tim Soeteman, per aver condiviso questa bellissima storia!