Eindelijk! De Babywatcher in huis. Het is zo bijzonder om naar de baby in je buik te kijken. Weet je nog niet hoe je zelf een pretecho maakt? Maak je geen zorgen. Iedereen kan babywatchen, beloofd! Met onze tips helpen we je graag op weg om zelf de beste echo’s te maken.

È così magico, la prima volta che senti il tuo bambino muoversi nella tua pancia. Calci morbidi, singhiozzi, puoi sentire il tuo bambino che si gira. Ma quando senti il tuo bambino per la prima volta? E come ci si sente?

Noi amiamo i bambini! Quindi, ovviamente, il Babywatcher è al sicuro. Pevi che il Babywatcher è stato sviluppato da un team di esperti appositamente per i genitori a casa?

Non mi ero mai resa conto che una gravidanza non consiste in altro che nell’attesa. In attesa di un test di gravidanza positivo. In attesa di un’ecografia. Aspettando che i trimestri passino. Aspettando il bambino. Ci vuole molto tempo. Tutta quell’attesa. Non vedo l’ora di conoscere il mio bambino.

Gli ultrasuoni, è impossibile immaginare il mondo medico senza di essi. Perché senza l’ecografia non potremmo guardare i nostri bambini non ancora nati. Vi diciamo tutto sugli ultrasuoni durante la gravidanza.

All’età di ventitré anni, Astrid ha perso sua madre. È morta due giorni prima che la piccola Ivy Mae venisse al mondo.È grata di poter aver avuto questo momento intimo con sua madre, uno degli ultimi: ammirare insieme a l ei la tanta attesa nipotina, con Babywatcher.

Il bambino sta nella pancia della mamma per 9 mesi. Fin dall’inizio, i due hanno un legame. Dopo la nascita, il piccolo passerà naturalmente molto tempo con la mamma. E che dire di papà? Si dice spesso che come papà si è indietro di 1-0 perché non si ha (ancora) un legame con il bambino. Questo può cambiare. Sì, anche nella pancia della mamma!

Cerchiamo di coinvolgere il più possibile Giulia-Mae nella gravidanza, per esempio leggendole dei libri, portandola alle visite di controllo, parlandone con lei, coinvolgendola nella spesa del bambino… È questo il modo giusto? Non ne abbiamo idea, ma ci sembra giusto.

Sapevi che anche prima della nascita, quando il tuo bambino è ancora comodamente dentro la tua pancia, il tuo bambino ha bisogno di contatto, sicurezza e amore da mamma e papà? Ma… come si fa a connettersi con il proprio bambino? Vi diciamo come connettervi fin dall’inizio.

Wow, un secondo figlio. Una vera mamma di un ragazzo! Tra qualche mese ci saranno due bambini con cui camminare. Uno si è accoccolato a me nel marsupio mentre l’altro è andato a fare una passeggiata nel bosco con papà. Abbiamo fantasticato su tutto questo… Fino al giorno dell’ecografia della ventesima settimana. C’era una sorpresa che ci aspettava.